itT: +39 06 9422062 | M: +39 388 7617243
Virtual Tour

Alatri, l’antica capitale degli Ernici

Aletrium, oggi Alatri l’antica capitale degli Ernici, ceppo protostorico delle popolazioni del centro Italia, è tra le più suggestive località della Ciociaria, a circa un’ora di distanza da Roma.

È indiscutibile l’assoluto fascino rappresentato dalle possenti mura ciclopiche che racchiudono il centro storico e dalla più che emozionante Acropoli.

Infatti una antica leggenda racconta che la città di Alatri, l’antica capitale degli Ernici, fu fondata basandosi sul percorso del primo raggio di sole nel giorno del solstizio d’estate. Così ogni anno, il 21 giugno, gli abitanti  rievocano la leggenda del natale di Alatri, salendo sull’acropoli. Per godere del primo raggio di sole che tocca il muro orientale.

Notevoli sono l’incantevole posizione collinare, con boschi e vasti uliveti che la circondano, e le numerose testimonianze archeologiche. Queste unite ai monumenti del periodo medievale, fanno di Alatri un borgo di grande interesse paesaggistico e culturale.

Una caratterizzazione di Alatri tra storia e cucina

Come non citare la Chiesa di Santa Maria Maggiore, i palazzi del XIII secolo, il ricco museo civico (il Gottifredo) e le fontane monumentali sparse nel centro storico. Infine, sull’Acropoli, la Basilica di San Paolo dove è custodita la reliquia dell’Ostia incarnata, risalente ad un miracolo del 1227 accettato dalla Chiesa.

Dopo la iniziale entrata in conflitto con Roma, Alatri ne diventa fedele alleata fino ad ottenerne la piena cittadinanza. Dopo la caduta dell’Impero Romano subisce saccheggi e distruzioni dovute alle invasioni barbariche. Fino ad arrivare ad un nuovo sviluppo economico, monumentale ed edilizio in età medievale.

La seconda guerra mondiale la vede martoriata da pesanti bombardamenti che costano numerose perdite umane e la rovina di monumenti e abitazioni. Finché nel dopoguerra risorge divenendo una florida città con numerose attività produttive e commerciali.

E qui non possiamo che citare la cucina del territorio, molto legata alle coltivazioni di cereali e ortaggi, tra questi i broccoletti di Alatri.

Da gustare i mazzacrocchi, a base di fagioli, la minestra di broccoli di rapa, e i tartalicchi, a base di patate lessate. Squisitezze locali sono anche: le castagne e i funghi porcini di cui sono ricchi i boschi circostanti. Eccellenti i formaggi nonché l’olio extravergine che ha conquistato importanti riconoscimenti.

Una visita da non perdere, un’esperienza unica per degustare le gustose specialità locali immersi nell’ambiente creato da questi prodotti. Circondati dalla seduzione unica di una storia millenaria.

visualizza su Google maps
A cura de il NETWORK | testo e foto Ezio Bocci

News

Servizi congressuali a Roma. Si rinizia
13 Maggio 2022
Testaccio, un rione ricco di passioni
9 Maggio 2022
Terracina: tra mare, archeologia, tavola e un nome misterioso
27 Aprile 2022

Lasciati aiutare!

Se hai bisogno di aiuto, non esitare a contattarci.
Ti risponderemo rapidamente e, se hai fretta, chiamaci subito.

T: (+39) 06 9422062

info@aroundrome.it

Link utili

We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings

GDPR

  • Privacy e Cookie Policy

Privacy e Cookie Policy

Prima di proseguire si prega di leggere l’informativa sul trattamento dei dati personali e le informazioni relative all’utilizzo dei Cookie.

Leggi