itT: +39 06 9422062 | M: +39 388 7617243
Virtual Tour

Il Lago di Canterno: una riserva naturale di origine speciale

Nel cuore dei Monti Ernici, vicino ai Comuni di Ferentino, Fiuggi e Fumone, il Lago di Canterno ha una storia originale da raccontare. Il lago si formò all’inizio dell’Ottocento, quando le acque sommersero i campi coltivati preesistenti. Il suo livello non era mai stabile e alternava momenti di piena e momenti di secca, totale o parziale.

Alla scoperta del lago di Canterno, il vecchio “lago fantasma” che appariva e scompariva improvvisamente

Il lago si riempiva e si svuotava a seconda che il Pertuso, un buco nel terreno che ne drenava le acque, fosse libero o intasato da detriti.

Quando la pressione dell’acqua era troppo alta il Pertuso si liberava e il lago si prosciugava. Per questo motivo i suoi cambiamenti improvvisi, molti lo chiamavano il “lago fantasma”. Nel 1943 una ricognizione del Pertuso rivelò l’esistenza di una grotta sotterranea, una cavità carsica dove l’acqua si riversava quando il lago era secco.

Questo ciclo naturale è stato interrotto con la chiusura artificiale del Pertuso per produrre energia elettrica.

La ricchezza di fauna e flora lacustri creano un habitat che merita una gita

Oggi si notano, per effetto del fenomeno carsico, piccole variazioni nel livello delle acque che si possono osservare empiricamente guardando un piccolo alberello solitario. Quest’ultimo si trova a circa quaranta metri dalla riva: nei momenti di piena è coperto dall’acqua, mentre è completamente scoperto quando c’è siccità.

Il lago non è molto esteso ma presenta una grande varietà di specie animali. Citiamo brevemente gli uccelli bellissimi da avvistare in volo quali quelli stanziali e di passo. Tra gli acquatici: il cormorano, l’airone, la folaga, il germano reale e il cavaliere d’Italia.

Molti anche i rapaci come: il gufo, l’allocco, il cuculo, il barbagianni, la poiana, il gheppio, lo sparviero, il falco, il nibbio bruno. I pescatori sono attratti da carpe, anguille, tinche e persici. Infine sulle rive non è raro vedere: volpi, faine, scoiattoli, cinghiali, istrici, tassi, talpe, ricci e lepri.

Una vera gemma, poco nota e lontana dai flussi turistici, nel Lazio meridionale.

Almeno sette buoni motivi per visitare il Lago di Canterno in pieno relax

Un accenno alla flora: oltre una decina di specie diverse di erbe, alcune rarissime; fiori colorati delle famiglie della margherita e del papavero. Alberi: salici, pioppi, cerri, querce, castagni, pini e molti altri. Difficile riassumere le attrazioni e quindi i motivi per una visita rilassante tipica da fine settimana di bel tempo.

Ci proviamo per punti:

1) flora e fauna,
2) set fotografico unico (come si vede qui),
3) scarso affollamento turistico (prima di questo post!).
E ancora:
4) piacevoli passeggiate, anche nei dintorni, di ogni durata;
5) aria linda particolarmente apprezzata dai cittadini;
6) il silenzio dovuto al divieto di motori terrestri, acquatici e aerei.
E ultimo ma non ultimo:
7) i gradevolissimi ristorantini sulle rive del lago e nelle vicinanze con i piatti tipici della cucina lacustre e del territorio ciociaro.

Tutta questa area del Lazio meridionale merita di essere conosciuta meglio, il Lago di Canterno è la ciliegina di una gustosissima torta. E poi, il fantasma non c’è più, ci sono solide realtà da non smettere mai di apprezzare.

Con il Blog di Roma e del Lazio, Around Rome vi guida alla scoperta dei territori per il piacere di soddisfare curiosità e mettere la cultura al servizio di persone e imprese.

visualizza su Google Maps
A cura de il NETWORK | testo Andrea Franchini | foto Ezio Bocci

Angolo del quadriportico verso la facciata
La Basilica di San Clemente tra storia e archeologia
15 Maggio 2024
Il borgo di Celleno
Il borgo fantasma di Celleno: un viaggio nel tempo tra storia e mistero
7 Maggio 2024
Nel Lazio le fave a primavera sono un prodotto fresco a km 0. Qui Mirko fa da testimonial del prodotto.
Le fave nella storia, nella cultura e nella cucina romana e del Lazio
17 Aprile 2024

Lasciati aiutare!

Se hai bisogno di aiuto, non esitare a contattarci.
Ti risponderemo rapidamente e, se hai fretta, chiamaci subito.

T: (+39) 06 9422062

info@aroundrome.it

Link utili

We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings

GDPR

  • Privacy e Cookie Policy

Privacy e Cookie Policy

Prima di proseguire si prega di leggere l’informativa sul trattamento dei dati personali e le informazioni relative all’utilizzo dei Cookie.

Leggi