itT: +39 06 9422062 | M: +39 388 7617243
Virtual Tour

Tra Norba e Norma: quando una lettera cambia la storia

 

La prima, più antica, essendo d’epoca romana, è Norba e Norma, invece, è la sua prosecuzione storica distante pochi chilometri, ma molti secoli. Siamo sui Monti Lepini, in posizione dominante sulla pianura pontina nel Sud del Lazio, particolarmente apprezzata dagli amanti del parapendio. Norba Latina, per distinguerla da Norba Apula, con la Lega latina combattè contro Roma (501 – 496 a.C.) nella battaglia del Lago Regillo.

Fuori dalle mete più frequentate del turismo le due località testimoniano una storia di millenni

Un luogo storico, mai identificato con certezza, dove cominciarono le straordinarie vittorie di Roma contro i popoli vicini. Norba fu occupata da coloni romani e le sue possenti mura servirono come difesa per tutto il territorio circondante divenuto romano. La decadenza cominciò dall’incendio autoprovocato durante la guerra tra Mario e Silla (88-82 a.C.) per non cadere nelle mani del nemico (Silla).

Nel Medioevo alcune strutture superstiti divennero chiese che Papa Zaccaria donò all’Imperatore Costantino Copronimo. Da un vicolo della vecchia Norba sembra abbia avuto origine la nuova città di Norma. La nostra visita comincia quindi nell’area archeologica che conserva gli antichi resti quasi trimillenari. Gli scavi archeologici testimoniano il legame delle origini con Alba Longa grande nemica di Roma.

Oggi Norma è un caratteristico paese laziale di antiche e suggestive tradizioni

I resti archeologici indicano una grande popolazione residente a Norba e Norma, al contrario, conta poco più di tremilaseicento abitanti. La provincia è quella di Latina, la posizione è sulla roccia scoscesa dalla quale si ammira l’Oasi di Ninfa e vasta parte dell’Agro pontino. I pochissimi superstiti di Norba si spostarono qui, costruendo nei secoli l’abitato di Norma. Il nucleo di fondazione fu localizzato proprio nel punto più difendibile, la rupe chiamata “rave”.

Nel Medioevo fu probabilmente alle dipendenze della vicina Abbazia di Valvisciolo o del Castello Caetani di Sermoneta, diventando un marchesato sotto i Borghese. Singolare che i tre principali luoghi di interesse religioso siano ispirati tutti alla madre di Cristo. Parliamo infatti della Chiesa dell’Annunziata, del Santuario della Madonna del Rifugio e del Monastero di Santa Maria di Monte Mirteto.

Ma visitare Norma significa apprezzarne il museo archeologico, vedere gli splendidi Giardini di Ninfa, “assaggiare” il gustoso Museo del Cioccolato.

Perché questi paesini esercitano un forte richiamo per chi ama riflettere?

A parte le mirabilia locali, spesso accade che in questi piccoli paesi vagare senza meta aiuti a vivere lo spirito del luogo. Camminare lentamente passando accanto alle porte delle case, salendo gli scalini di pietra, osservando le architetture degli edifici ultrasecolari.

C’è qualcosa di affascinante che attrae; sembrerebbe che tutti i paesini siano uguali o quasi, ma non è così. L’aria che si respira forse ha sempre un fondo di campagna, di terra lavorata, di polvere pulita non inquinata. Un odore, ovunque diverso, che suscita la memoria, i ricordi di decenni fa. Allora il paese è un ritorno, anche per chi lo visita la prima volta.

Il senso più forte dei cinque, l’olfatto, viene poi supportato dal gusto nell’apprezzare la tavola locale, il suggello della gita. Norma è rinomata per la ramiccia, pasta all’uovo tagliata a mano e per gli strozzapreti acqua e farina. Poi per olive verdi, olio, castagne, funghi. Forse gli stessi alimenti che nutrirono l’antica Norba.

Con il Blog di Roma e del Lazio Around Rome vi guida alla scoperta dei territori per il piacere di soddisfare curiosità e mettere la cultura al servizio di persone e imprese.

visualizza su Google Maps
A cura de il NETWORK | testo Andrea Franchini | foto Ezio Bocci

Pini sulla strada
Appia Antica: da 2300 anni la Regina Viarum
18 Giugno 2024
Monte Porzio Catone e Osservatorio Astronomico, guardando le stelle
4 Giugno 2024
Angolo del quadriportico verso la facciata
La Basilica di San Clemente tra storia e archeologia
15 Maggio 2024

Lasciati aiutare!

Se hai bisogno di aiuto, non esitare a contattarci.
Ti risponderemo rapidamente e, se hai fretta, chiamaci subito.

T: (+39) 06 9422062

info@aroundrome.it

Link utili

We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings

GDPR

  • Privacy e Cookie Policy

Privacy e Cookie Policy

Prima di proseguire si prega di leggere l’informativa sul trattamento dei dati personali e le informazioni relative all’utilizzo dei Cookie.

Leggi